Lo Statuto è stato modificato in ottemperanza al Decreto Lgs. 117/2017
con voto unanime dell’Assemblea Straordinaria dei Soci riunitasi in data 6 aprile 2019 a Frattina di Pravisdomini .

STATUTO

ART. 1 (Denominazione e sede)

È costituito, nel rispetto del Codice civile, del D. Lgs. 117/2017 e della normativa in materia l’Ente del Terzo Settore denominato “Consultorio Familiare Fondaco ODV ONLUS” (di seguito: Consultorio), in forma giuridica di associazione non riconosciuta, L’organizzazione ha sede legale in Portogruaro (Ve), via Seminario 17.

Il trasferimento della sede legale non comporta modifica statutaria, ma l’obbligo di comunicazione agli uffici competenti.

ART. 2 (Statuto)

L’organizzazione di volontariato è disciplinata dal presente statuto, ed agisce nei limiti del Decreto Legislativo 3 luglio 2017 n. 117, delle relative norme di attuazione, della legge regionale e dei principi generali dell’ordinamento giuridico.

L’assemblea delibera l’eventuale regolamento di esecuzione dello statuto per la disciplina degli aspetti organizzativi più particolari.

ART. 3 (Efficacia dello statuto)

Lo statuto vincola alla sua osservanza gli associati all’organizzazione; esso costituisce la regola fondamentale di comportamento dell’attività della organizzazione stessa.

ART. 4 (Interpretazione dello statuto)

Lo statuto è valutato secondo le regole di interpretazione dei contratti e secondo i criteri dell’articolo 12 delle preleggi al codice civile.

ART. 5 (Finalità e Attività)

Il Consultorio si propone la promozione della persona, intesa come valore assoluto, proprio della visione cristiana, operando come servizio sociale a sostegno, formazione e orientamento del singolo, della coppia e del gruppo familiare, aperto a tutti e nel rispetto della dignità, della libertà e delle convinzioni di ciascuno.

Esercita in via esclusiva o principale una o più attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

Le attività che si propone di svolgere prevalentemente in favore di terzi e avvalendosi in modo prevalente delle prestazioni dei volontari associati sono:

• interventi e servizi sociali ai sensi dell’art. 1, c. 1 e 2, della legge 8.11.2000, n. 328 e s.m.i., e interventi, servizi e prestazioni di cui alla legge 5.2.1992, n. 104, e alla legge 22.6.2016, n. 112, e s.m.i.; (di cui al D.Lgs 117/2017, art. 5 comma 1 lettera a).

In via subordinata e accessoria il Consultorio si propone di

• organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche e ricreative di interesse sociale, incluse attività anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo (di cui al D.Lgs 117/2017, art. 5 comma 1 lettera i)

In particolare, il Consultorio, dando particolare rilievo alle esigenze e alle responsabilità delle persone, si propone di svolgere le attività sopra elencate mediante la realizzazione delle seguenti azioni:

  • offrire sostegno, assistenza sociale, psicologica, morale, giuridica, pedagogica e religiosa onde favorire l’armonia e la stabilità, sia per coloro che hanno in vista il matrimonio e la vita di coppia sia per coloro che in esso incontrassero difficoltà;
  • preparare ed aiutare il singolo e la coppia alla paternità e maternità responsabile e verso una più completa e autentica vita coniugale e familiare;
  • promuovere corsi di informazione, incontri di studio ed altre iniziative opportune per la conoscenza dei problemi psicologici, relazionali, morali, giuridici, medici, sessuali e per una consapevole preparazione al matrimonio e per una sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle problematiche familiari;
  • svolgere la mediazione familiare con particolare riguardo alla tutela dei minori ed al loro affido;
  • contribuire a sensibilizzare e promuovere una coscienza pubblica sulle tematiche attinenti il servizio consultoriale;
  • offrire la propria partecipazione per l’istruzione e la formazione di genitori, ragazzi, animatori, insegnanti, operatori sociali e consultoriali.

Il Consultorio, per raggiungere i suoi scopi, opera anche in collaborazione con altri Enti o Associazioni che abbiano la stessa ispirazione e gli stessi scopi.

Per l’attività di interesse generale prestata, l’organizzazione può ricevere soltanto il rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate.
L’organizzazione di volontariato opera nel territorio della Regione Veneto.

ART. 6 (Ammissione)

Sono associati del Consultorio tutte le persone fisiche che ne condividono le finalità e, mosse da spirito di solidarietà, si impegnano concretamente per realizzarle.

 

L’ammissione all’organizzazione è deliberata dal Consiglio Direttivo su domanda dell’interessato. La deliberazione è comunicata all’interessato, ratificata dalla Assemblea nella prima riunione utile, ed è annotata nel libro degli associati.
Il Consiglio Direttivo deve, entro sessanta giorni, motivare la deliberazione di rigetto della domanda di ammissione e comunicarla all’interessato.

L’ammissione ad associato è a tempo indeterminato, fermo restando il diritto di recesso. L’iscrizione ad associato comporta il versamento della quota sociale annua nella misura stabilita dal Consiglio Direttivo.

Per leggere e scaricare il nostro statuto clicca qui STATUTO - Statuto modificato in data 6 aprile 2019-
Formato PDF - Dim. 128.76 kB
Categoria -
Scaricato 17 volte